Centro di Ricerca sull'Educazione ai Media all'Informazione e alla Tecnologia

Cittadinanza (digitale): Parole a scuola

Cittadinanza (digitale): Parole a scuola 3 dicembre 2018

In occasione della giornata Parole a scuola, che si è tenuta a Bari il 30 novembre,  condividiamo un’intervista alla nostra collaboratrice Alessandra Carenzio che ha partecipato al panel “Quando l’insegnante è il compagno di banco. Educazione civica tra pari”. Nell’intervista si toccano i temi della scuola (digitale), della cittadinanza e del ruolo dei media come dispositivi e oggetto dell’educazione formale. L’intervista è andata in onda sabato mattina (1 dicembre), nella trasmissione radiofonica 7×1 di Radio Marconi.

La giornata, promossa dall’ATS Parole O_Stili, ha toccato il tema della comunicazione e delle parole (è noto ormai a tutti il Manifesto della comunicazione non ostile (http://paroleostili.com/manifesto/), incontrando la scuola con 1200 insegnanti e 1300 ragazzi, impegnati in panel, workshop, laboratori.

Due note importanti: nel corso della giornata è stato presentato il Manifesto per i più piccoli, con le illustrazione preziose di Nicoletta Costa, la “mamma” di Giulio Coniglio, e il Manifesto per lo sport, che ha visto l’impegno di molti volti noti del settore.

Per Cremit, oltre ad Alessandra Carenzio, è intervenuta Enrica Bricchetto che ha incontrato gli insegnanti per discutere di schermi con il laboratorio “Screen education. Leggere gli schermi con senso critico”.

Una bella esperienza, la seconda dopo l’appuntamento di Milano del febbraio scorso, che lancia stimoli interessanti alla scuola e a tutti gli attori della comunicazione.

 

Produzione riservata
Commenti